“Non è il mio stile”

di martavischi

Dai precedenti articoli di Georgette avrete senz’altro intuito che tendiamo a suddividere il mondo in categorie che creiamo sulla base delle caratteristiche di ciò che esiste. Ognuno di noi appartiene a tante categorie sociali: uomo o donna, studente o lavoratore, dipendente o libero professionista, eterosessuale o omosessuale, adulto, giovane, adolescente, anziano e un’infinità di altre. Queste etichette che ci applichiamo sono talmente rilevanti che vengono menzionate per prime quando ci descriviamo. Provate a commentate questo articolo rispondendo alla domanda: “Chi sei?” e vediamo quante categorie usate per presentarvi.

“Identità sociale” è il nome che la psicologia ha dato al risultato di un articolato processo di autocategorizzazione del sé.

Nella moda si sviluppano stili coerentemente con l’emergere di nuovi attributi, qualità e aspetti distintivi di persone che vengono percepite dagli altri e da loro stesse come una categoria. Scegliere dei capi d’abbigliamento per se stessi quindi è conseguenza del meccanismo di costruzione e consolidamento dell’identità e ad ogni stile corrispondono delle caratteristiche che vengono automaticamente attribuite a coloro che lo seguono. Quando uno dice un po’ contrariato al commesso “non è il mio stile”, è come se dicesse “non sono io”.
In questa sezione del blog troverete passo passo un articolo per ogni stile, ovvero per ogni categoria sociale, o per meglio dire per ogni classe di caratteristiche, nonché per ogni identità.

Segui Georgette!